La prima edizione del Festival Emersione si è svolta l’1-2 Luglio 2011 al Giardino di Bobolino a Firenze, città principessa dell’arte.

Il contesto naturale che abbiamo scelto come location del Festival Emersione è uno storico parco che un tempo faceva parte del comprensorio di Boboli. Da qui il nome Giardino di Bobolino.

Innamorati del luogo, eravamo certi che potesse essere l’ideale scenografia del Festival: alberi maestosi e pluricentenari, la nobiltà e la grazia, la dolcezza dei saliscendi, un luogo molto amato ma dimenticato dai circuiti artistici della città di Firenze. Siamo andati controcorrente volendolo recuperare alla vita.

Artisticamente, siamo stati trasversali, unendo progetti di musica, circo, teatro e comicità perchè ci piacciono le contaminazioni dei generi e dei pubblici.

View full article »


Lo sapevo, il rumore che fa la porta mi ha fregato…

Sono riuscito ad alzarmi senza svegliarti, staccando delicatamente la mia mano sinistra dal tuo fianco ed uscendo lentamente dalle coperte.

Mi sono vestito tanto quanto bastava per non prendere freddo sulle scale, ma questa porta non vuole stare zitta!

Facciamo l’amore? Dopo, ora ho voglia di scrivere, non so neanche io cosa, ho solo voglia e probabilmente farò tardi…

Guardavo il soffitto schiarito dalla luce della piccola finestra, le travi nel loro sporco bianco screziato di lillà…i pensieri hanno cominciato a prendere forma di scritto, qualcosa da appuntare come una personale terapia, qualcosa da lasciare e forse un giorno trasmettere, a te, ai nostri figli, a me stesso tra centoventicinque anni, in un’altra dimensione spazio-temporale, nel viaggio verso altri pianeti, nel volo dell’anima.

View full article »


Sono partito da un’immagine: un ragazzo cade fulminato dopo essere salito su un traliccio dell’alta tensione.

Sento che parla ad una radio, dicendo che se provano a salire, lui si attaccherà ai fili rischiando così la vita.

Ma chi è? da chi sta scappando? e perché lo sta facendo?

Tutti ora conoscono Luca Abbà: vedo una sua foto, il volto sorridente ed il sorriso di un uomo forte, quella razza di uomini e donne di montagna che hanno nel corpo e negli occhi la fierezza di essere i custodi di una forza segreta e di un incantevole mistero, custodi della potenza delle radici della Terra.

View full article »